Risposte a Domande Frequenti – FAQ .

FAQ – Frequently Asked Questions Risposte a Domande Frequenti

Quanti anni deve avere il mio mezzo per essere iscritto storico?

    • Il mezzo viene considerato storico al compimento del ventesimo anno dalla produzione/prima immatricolazione.

Cosa bisogna fare per iscrivere un mezzo storico?

    • Il proprietario del mezzo deve essere iscritto ad un club affiliato ASI com’è il CVSP;
    •  bisogna far produrre dal CVSP il documento chiamato CRS (Certificato di Rilevanza Storica);
    • una volta ricevuto il certificato di rilevanza storica, bisogna passare presso l’ACI di Piacenza a far iscrivere il mezzo quale storico e quindi con il bollo ridotto;
    • sempre con lo stesso certificato si possono ottenere sconti assicurativi.

Quanto costano l’iscrizione del socio al CVSP ed ASI e le certificazioni?

    • € 100,00 iscrizione annuale al CVSP ed ASI che vale dal primo gennaio fino al trentuno dicembre di ogni anno;
    • Nel caso di autovetture la produzione del certificato di rilevanza storica costa € 95,00 e si paga una volta sola;
    • Nel caso di motoveicoli la produzione del certificato di rilevanza storica costa € 85,00 e si paga una volta sola.

E se volessi valorizzare il mio mezzo storico, quale certificazione posso richiedere?

 

    • Il CVSP produce una certificazione che si chiama “Certificato d’Identità”, un documento completo che riguarda due tipologie di mezzi:
        1. I mezzi storici che sono stati mantenuti nel tempo e dichiarati “Conservati”;
        2. I mezzi storici che sono stati restaurati nel tempo e dichiarati “Restaurati”.

Cosa viene richiesto per la certificazione d’identità del mio mezzo?

    • La produzione del Certificato d’Identità, che può essere rilasciato unitamente con il Certificato di Rilevanza Storica, prevede una serie di verifiche del mezzo, complete e che riguardano l’originalità dello stesso, il mantenimento/restauro eseguito a “regola d’arte” con tutte le componenti originali dell’epoca in cui fu prodotto. La verifica della corretta conservazione/restauro passa attraverso l’analisi e la visita dei tecnici specializzati di marca dell’ASI ed avviene solitamente una volta l’anno;

Quanto costa certificare l’identità del mio mezzo?

    • Tutta la pratica che inizia presso il CVSP e termina con la visita presso un’officina specializzata scelta dal club, costa € 180,00 per gli automezzi ed € 135,00 per i motoveicoli;
    • I costi di produzione della certificazione si pagano solo una volta.

 

A cosa può essere utile certificare l’identità del mio mezzo?

    • Sono diversi i motivi per cui un socio chiede di certificare il proprio mezzo:
        1. Valorizzare lo stesso anche nei confronti delle compagnie assicurative in caso di incidente/furto;
        2. Ricevere la prestigiosa “Targa Oro” e poter partecipare a gare d’eleganza, di marca, di regolarità storica;
        3. Essere sicuri di avere un mezzo di particolare pregio riconosciuto e certificato da tecnici qualificati.

Se trovo un mezzo di particolare interesse storico e collezionistico ma, ahimè, è stato radiato/demolito, cosa posso fare?

    • In caso di ritrovamento di un mezzo di particolare interesse storico e collezionistico o puramente di interesse esclusivamente personale (il mezzo dei nonni o dei genitori) per cui l’affezione vorrebbe farlo rivivere, si può richiedere il Certificato di Rilevanza Storica per la reimmatricolazione;

Quanto mi costa la produzione di questo certificato e cosa devo fare poi…:

 

    • La produzione di questo certificato, anche se simile a quello richiesto per la certificazione del mezzo storico esclusivamente rilasciato per un “risparmio” economico, ha un costo superiore in quanto assume un particolare valore legale.
    • Il costo della produzione, infatti, è di € 135,00 per i motoveicoli e di € 180,00 per gli autoveicoli, si paga solo una volta.
    • Dopo aver ricevuto questo certificato, bisogna recarsi presso la Motorizzazione Civile e produrre un’altra serie di documenti al fine di richiedere un nuovo collaudo e nuove targhe qualora le precedenti siano state smarrite.
    • Successivamente ci si dovrà recare al locale PRA per l’emissione del Certificato di Proprietà.